collana:      
 
Il rosso e il nero
     
 
  Titolo: L'uomo che spiò Hitler  
Autore: Eric Koch

Pagine: 192
Prezzo: 15,00 euro
Formato: 14 x 21
Legatura: rilegato
Isbn: 88-7899-065-5
In libreria: gennaio 2006
Versione PDF
         
 

L'autore
Eric Koch ha pubblicato sei romanzi in inglese e tedesco e quattro saggi storici. Per molti anni è stato senior executive nella Canadian Broadcasting Corporation, lavorando sia in radio che in televisione.
Vive a Toronto.

Hanno scritto di lui: cccccccccc
La sua forza immaginativa, la sua inventiva e il suo ingegno stilistico gli hanno consentito di creare un’opera appassionante e di grande originalità
OXFORD COMPANION OF CANADIAN LITERATURE
Eccitante e pieno di suspence
ZURICHSEE ZEITUNGEN
Solo dopo l’ultima frase si riesce a riporre questo libro, raccomandandolo immediatamente a qualcun altro
DAS STADTEMAGAZIN ERFURT
Un notevole pezzo di bravura
Adrienne Clarckson, Governatore generale del Canada
La stupefacente storia di Koch, raccontata con grande abilità, ancora una volta dimostra che la verità può essere più incredibile della finzione
Walter Laquer, Center for Strategic
& International Studies. Washington
D.C.

 
Il libro
Nell’ottobre del ‘29 il, ricco e famoso finanziere americano
Peter Hammersmith riceve la copia di un libro. Il libro è Mein Kampf. L’autore è Adolf Hitler. Sbalordito e disturbato da quella lettura, si reca subito a Washington per consultarsi con il presidente Hoover, suo amico.
Hoover, conoscendo l’intuito di Hammersmith (una specie di re Mida, capace di trasformare in oro tutto ciò che tocca grazie al suo straordinario dono di “prevedere” gli eventi), gli affida immediatamente il compito di fare un viaggio nella sua città natale, Berlino, per investigare il clima politico ed economico e redigere un rapporto completo da inviargli al più presto.
Una storia vera. Un thriller storico di grande impatto
e fascino, raccontato anche attraverso testimonianze,
documenti e carteggi autentici.