collana: short    
 

Titolo: Il processo di Giusta
Autore: Carmen Covito

Pagine: 96
Prezzo: 9,90 euro
Formato: 12,3x18,5
Legatura: brossura con alette
Isbn: 978-88-7899-579-6
In libreria: luglio 2013







 
 


«Ci vorrebbe qualcosa, un documento, un testimone inconfutabile che porti un elemento nuovo. Ce l'abbiamo?»
«No. Però
...»
«Però?».

Dopo aver raccontato le donne di Pompei, Carmen Covito fa rivivere un celebre caso giudiziario emerso dagli scavi di Ercolano.
Sulla splendida terrazza dell’area sacra, affacciata sul mare e sulla spiaggia, la pompeiana Vibia Tirrena assiste alla celebrazione del matrimonio di sua figlia Gemina. Mentre il corteo si prepara per raggiungere il banchetto di nozze, dalla folla degli invitati una donna si getta dalla terrazza dell’area sacra fratturandosi una gamba. Un gesto disperato che, secondo la tradizione, porterà sventura alla giovane coppia. La filosofa Tirrena decide di indagare sui motivi dell’estremo gesto. Si scoprirà che Giusta si è gettata perché non è stata riconosciuta come donna libera e questa decisione le ha impedito di sposarsi con un nobile di cui è perdutamente innamorata. La tenacia di Vibia riuscirà a portare il caso giudiziario fino ai tribunali di Roma.

Carmen Covito è nata a Castellamare di Stabia (Napoli) nel 1948. Ha esordito nella narrativa con il best seller La bruttina stagionata (Bompiani 1992, Premio Bancarella 1993) e ha pubblicato in seguito altre opere, tra cui il romanzo storico Le ragazze di Pompei (Barbera 2012). Interessata da sempre all'archeologia dell'area vesuviana, ha appena lanciato il progetto di una scuola creativa e comunicazione del mondo antico (www.officinascriptoria.it) per guardare al passato con occhi sempre nuovi.

Hanno detto de Le ragazze di Pompei
La Stampa
È da questo Satiricon al femminile che ci aspettiamo la vera sorpresa.”

D- Repubblica
Febbre da novanta, alla scoperta di autrici che hanno debuttato nei formidabili e lontani anni ‘90.”

Tu Style
A volte ritornano. L’autrice della Bruttina stagionata torna in libreria con un nuovo romanzo. Protagoniste: le donne dell’antica Roma.

Il Mattino
Un ambizioso divertissement di un’autrice colta e ironica, che molto ha studiato e si è documentata per riprodurre anche stilisticamente una sorta di Satyricon al femminile.

Libero
Carmen Covito dopo il bestseller di venti anni fa, ci riprova mischiando la Pompei dell’epoca di Nerone (ricostruita con rigore filologico) e passaggi alla Sex and the City.”

Visto
Le ragazze di Pompei a lezione di malizia.

Ansa
Covito, un Sex & the City in epoca Nerone

Panorama
Che gradito ritorno quello di Carmen Covito, con la sua scrittura ironica e colta senza esibizionismi

Il Sole 24 Ore
Carmen Covito ha confezionato una storia leggera, divertente e arguta che si legge tutta d’un fiato”.

 

 

 
   
   
 


 
 
© Lorenzo Barbera Editore s.r.l. - Tutti i diritti riservati