collana: Planet    
 
 

Titolo: Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo
Autore:
a cura di Marcello Flores

Pagine: 96
Prezzo: 6,90 euro
Formato: 13 x 19
Legatura: brossura
Isbn: 978-88-7899-266-5
In libreria: novembre 2008

leggi l'incipit
Versione PDF

 
 


 
 

Il libro
Il 10 dicembre 1948 la ferita della Seconda Guerra Mondiale sanguina ancora. Le Nazioni Unite decidono di firmare un codice etico che definisca i diritti imprescindibili di tutti gli esseri umani, intesi come individui liberi e uguali. Può sembrare incredibile che una simile conquista di civiltà giunga così tardivamente, eppure la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo è il primo documento, nella storia, a stabilire un paradigma universale circa ciò che spetta a ogni donna e a ogni uomo. E non si tratta solo di diritti civili e politici: nella dichiarazione troviamo articoli dedicati allo svago, alla cultura, alla creatività. È la nausea per il sangue e la guerra a produrre un’idea finalmente chiara e distinta di ciò che è imprescindibile, di ciò che è importante: si smette di girare intorno all’argomento e si vede nitidamente che la ricerca della felicità è l’unica cosa per cui valga la pena vivere.
A sessant’anni dalla sua promulgazione, Barbera editorepresenta la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo in un volume prezioso, con un saggio firmato da Marcello Flores.

 
 


 
 

L'autore
Marcello Flores, (Padova 1945), insegna Storia contemporanea e Storia comparata alla facoltà di Lettere dell’Università di Siena, dove dirige anche il Master in Human Rights and Humanitarian Action. Ha svolto attività di ricerca presso l’Institute for the Study of Social Change, Università della California, Berkeley (1980- 1981), al Churchill College di Cambridge (1984), all’Istituto di Storia del Mondo Sovietico e dell’Europa Centrale presso l’Ecole des Hautes Etudes di Parigi (1988-1989), l’Istituto di Storia Universale presso l’Accademia delle Scienze di Mosca (1991), presso l’Università di Witwatersrand di Johannesburg (1997). Ha collaborato con le riviste scientifiche Italia contemporanea, I viaggi di Erodoto (di cui è stato direttore) e con le riviste mensili L’Indice e Il Mulino. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo Il secolo- mondo. Identità e globalismo nel XX secolo (il Mulino 2002), Storia, verità, giustizia. I crimini del XX secolo (a cura di, Bruno Mondadori 2001), In terra non c’è il paradiso. Il racconto del comunismo (Baldini&Castoldi 1998), 1956 (il Mulino 1996), L’età del sospetto. I processi politici della guerra fredda (il Mulino 1995), L’immagine dell’Urss. L’occidente e la Russia di Stalin (il Saggiatore 1990). È in uscita, per il Mulino, Storia dei diritti umani.

 
 
© Lorenzo Barbera Editore s.r.l. - Tutti i diritti riservati