collana: Planet    
 
 

Titolo: Miles Davis
Autore:
Guido Michelone

Pagine: 160
Prezzo: 13,90 euro
Formato: 14 x 21
Legatura: brossura
Isbn: 978-88-7899-446-1
In libreria: aprile 2011

leggi un estratto
Versione PDF

 
 


Miles Davis, vent'anni dopo: il genio musucale del XX secolo, il trombettista proiettato nel presente e nel futuro, il cui sound continua a rivoluzionare il mondo del jazz e del rock, del funk e del techno.
Il primo libro su Miles Davis che affronta la cospicua mole discografica, partendo dai molti inediti che dal 1991 a oggi rendono la sua musica ancor più viva, affascinante, insuperabile.

«Miles riesce a mostrarci - e a farcelo 'sentire' - che l'imprevedibile chaos della natura incontaminata (corrispondente al mito di un'origine di fatto mai-esistita) può ri-vivere (ossia, vivere vera-mente) solo nella capacità di liberazione posseduta dall'autentico presente; quello che non potrà essere esperito se non alla luce di una lucida consapevolezza del fatto che nessuna pietrificazione menemonica potrà mai imporci il proprio infondato diktat». (Massimo Donà, filosofo)

 
 


Il libro

Miles Davis, il grande trombettista afroamericano nel ventennale della sua scomparsa è di nuovo oggetto di attenzione con un libro che omaggia e analizza un jazzista fondametale nella storia della musica del secondo Novecento, insomma l'uomo, il trombettista, il compositore deceduto nel bel mezzo di un' attività creativa intesissima, l'artista che abbatte ogni barriera e tradizione, facendo compiere al jazz per lo meno tre svolte epocali, nel 1949 il cool, nel 1958 il modale, nel 1969 il rockjazz e altre due innovative, ma incompiute, come il jazz-funk nel 1974 e il rap-jazz nel 1991. Miles Davis è un artista a tutto tondo in grado di inserirsi nelle fondamentali dinamiche della ricerca sonora del secolo appena trascorso, fra spinte innovative e accoglienze mediali, fra ricerca avanguardista e moduli popolareggianti, fra estetica e business. Miles Davis può essre definito un autore completo, un personaggio a 360 gradi, addirittura un personaggio multimediale: infatti si dedica alla pittura e al disegno, recita come attore al cinema e in tivù, è protagonista di video-clip, compone musica per film e per il teatro, scrive un libro autobiografico, risulta performer nel senso più totale della parola: azione, gesto, sguardo, mimica, silenzi, rumori, suoni.

«Miles, dunque, libera il presente per farne emergere le infinite possibilità poietiche; e lo fa ponendo in essere una forma musicale capace di far risuonare nelle proprie griglie formali il chaos di un'origine di fatto mai esauribile o esaurita».
(Massimo Donà, filosofo).

 
 


 
 


L'autore

Guido Michelone, insegna Storia del Jazz e della Musica Afroamericana al Master in comunicazione Musicale presso l'università Cattolica del Sacro Cuore a Milano.
Con l'editore Barbera ha pubblicato Tutto sui Beatles (2009), Morgan De Andrè Lee Masters (2010) e sta lavorando a una storia di tutte le canzoni di Fabrizio De Andrè.

 
 
© Lorenzo Barbera Editore s.r.l. - Tutti i diritti riservati