collana: centocinquanta    
 

Titolo: Mi piace il bar
Autore: Andra Pinketts

Pagine: 112
Prezzo: 13,90 euro
Formato: 14x21
Legatura: brossura con alette
Isbn: 978-88-7899-553-6
In libreria: febbraio 2013



 
 


«Ci sono miei ritratti assolutamente esagerati e altri miei ritratti, assolutamente riduttivi, sempre nell'esagerazione.
Questo succede quando si è una leggenda».

Mi piace il bar si legge come un romanzo ed è interessante come l’autobiografia di un uomo straordinario. Gli anni '70, '80, '90 e ZeroZero raccontati dal vivo da colui che ha fatto l’accompagnatore di modelle americane, sfidato la malavita slava e le infiltrazioni camorristiche nella riviera romagnola, ha fatto patti di sangue con amici baristi, conosciuto gli scrittori e i registi più famosi del mondo, ha bevuto molto, pensato molto, scritto molto, amato molto.
Un libro ricco di storie, di aneddoti, di atmosfere. Un libro che racconta i nostri ultimi quarant’anni partendo dal punto di vista privilegiato dei bar e da quello che ha in testa il supereroe Andrea G. Pinketts.

Andrea G. Pinketts, nasce a Milano l’unico 12 agosto memorabile sotto il segno del leone. Ha sempre avuto una passione sfrenata per le cattive compagnie, la letteratura, i bar equivoci, i sigari e le donne. Non necessariamente in questo ordine. Il suo primo libro pubblicato nel 1992 è Lazzaro vieni fuori (Feltrinelli), il più recente Depilando Pilar (Mondadori).

 
   
   
 


 
 
© Lorenzo Barbera Editore s.r.l. - Tutti i diritti riservati