collana: centocinquanta    
 

Titolo: Tranelli d'Italia
Autore: Luca Goldoni

Pagine: 208
Prezzo: 16,50 euro
Formato: 14x21
Legatura: brossura con alette
Isbn: 978-88-7899-593-2
In libreria: maggio 2013



 
 


«
Hai a disposizione non più di un aggettivo per gli italiani d’oggi, quale adoperi?
Lapogontrosi. Non significa assolutamente nulla. Ma non si può in un aggettivo riassumere l’ingenuità, l’astuzia, la pietà, la grettezza, l’ingegno, la faciloneria, l’emotività, il velleitarismo».

Luca Goldoni da decenni osserva e racconta gli italiani, popolo strano che cambia più facilmente i suoi pensieri che non il suo modo di essere.
Tranelli d’Italia, parodia dell’inno di Mameli, è una provocazione, una analisi schietta e pungente degli anni che stiamo vivendo. L’occhio di uno dei più grandi giornalisti del nostro tempo descrive una società che non riconosce più, una nazione soave ormai scossa da venti approssimativi e confusionari. Attraverso una sorta di diario personale, Goldoni realizza un quadro amaro di un paese eternamente sospeso tra grandi slanci e rovinose cadute.
Tranelli d’Italia è un atto di accusa verso la nostra società ma anche una dichiarazione d’amore nei confronti del genio italico.
Leggendo le note di Luca Goldoni, tanti penseranno: “ce l’avevo sulla punta della lingua”. Ma pochi sanno dire le cose con la sua grazia ironica e, a volte, con la sua durezza.

Luca Goldoni, nato a Parma, scrive per Il Resto del carlino, Il Giorno, La Nazione. La sua pagina di costume esce ogni sabato con il titolo: “Il caffè di Goldoni”. Dalle analisi sul nostro Paese nascono i suoi libri di maggior successo (editi da Mondadori, Rizzoli, Mursia) Da Cioè a Lei m’insegna, da Non ho parole a Vai tranquillo, fino ai più recenti La Sardegna che non t’aspetti, Asino che sei, Meglio mai che tardi. Tra i premi che ha ricevuto: “Il libro d’oro” per aver venduto complessivamente oltre tre milioni di copie.

 
   
   
 


 
 
© Lorenzo Barbera Editore s.r.l. - Tutti i diritti riservati