collana: centocinquanta    
 

Titolo: Perché gli svizzeri sono più intelligenti
Autore: Jacopo Fo, Rosaria Guerra

Pagine: 128
Prezzo: 12,50 euro
Formato: 14x21
Legatura: brossura con alette
Isbn: 978-88-7899-642-7
In libreria: febbraio 2014

 
 


« Quelli come me che hanno vissuto in Lombardia, sui laghi a un passo dalla Svizzera, considerano fin da bambini gli svizzeri un po’ stupidi. Come se il fatto di non combattere una guerra da secoli li avesse un po’ rimbambiti. Vuoi mettere un Garibaldi con quel preistorico di Guglielmo Tell? E pare che la stessa idea di essere un po’ stupidotti gli svizzeri la diano anche ai loro confinanti francesi e tedeschi. Adesso che ho una certa età e che ragiono con più buon senso, mi sono reso conto che i tanto disprezzati svizzeri in effetti hanno dimostrato di essere il popolo più abile nel conquistarsi il benessere che dà la pace ».

 
 

«In Italia, sotto i Borgia, per trent’anni hanno avuto guerre, terrore, assassinii, massacri: e hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento» pare abbia affermato una volta Orson Welles. «In Svizzera, hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e cos’hanno prodotto? Gli orologi a cucù». Be’, forse oggi questa opinione andrebbe rivista, come dimostra il libro che avete tra le mani. Ironia e approfondimento, analisi rigorose e humor sono gli ingredienti di questo saggio che elimina, una volta per tutte, i luoghi comuni sulla Svizzera e i suoi abitanti. Incastrata tra le Alpi, divisa in Cantoni di lingue e tradizioni diverse, la Svizzera non è semplicemente la patria di banche, cioccolate e orologi ma una delle nazioni più prosperose del mondo.
Negli ultimi settecento anni, in Europa, essere svizzero è stata la cosa migliore che poteva capitare. Questo libro spiega come gli svizzeri siano sfuggiti non solo alla guerra ma anche alla burocrazia, alla mancanza di democrazia e a molti altri disastri che hanno afflitto i popoli del resto d’Europa, costruendo uno dei migliori stati dove oggi si possa vivere. 
Una guida per comprendere i nostri vicini di cui meno si parla ma soprattutto per analizzare, attraverso il confronto, gli usi, i costumi, le manie della società italiana.
Un’interessante indagine per capire come gli Svizzeri siano riusciti a creare una sorta di paradiso (non solo fiscale) e, magari, per imitarli un po’.

Jacopo Fo è nato nel 1955 e avrebbe voluto essere svizzero. Invece è italiano e vive pure in Italia. Una situazione incresciosa. Non è mai neanche riuscito a fare l’amore con una svizzera. Si è consolato scrivendo questo libro che contiene un elogio sperticato del modo di vedere il mondo degli elvetici.
Rosaria Guerra è nata nel 1970 a Roma, dove vive e lavora. Giornalista professionista, è laureata in Lettere ed è appassionata di storia, religioni e antropologia. Aveva appena due anni quando compì il suo primo viaggio Oltralpe e tra lei e i cugini elvetici fu amore a prima vista.

 
   
 


 
 
© Lorenzo Barbera Editore s.r.l. - Tutti i diritti riservati